Dieta e cancro: qualche punto fermo

brenda-godinez-227278-unsplashEd eccoci al nocciolo della questione: è vero che la dieta, o un singolo alimento, può prevenire il cancro? È vero che la dieta, o un singolo alimento, può curare il cancro?

“Ho sentito di persone che tengono sotto controllo la malattia mangiando integrale e senza zucchero bianco”, partiamo ancora dalla nostra frase comparsa in un commento a questo post, e che obbedisce al cliché degli ho sentito, discusso qui.

Provo a fissare pochi punti fermi nel mare di informazioni e disinformazione in cui nuota chi cerca consigli sull’argomento.

Qua e là troverete dei link: li ho scelti privilegiando testi in italiano, da fonte verificata, e di una certa facilità di lettura. Quando non è stato possibile diversamente, ho riportato i link in inglese.

Un certo tipo di dieta può prevenire il cancro?

Sì.

È l’informazione più convincente e rilevante che abbiamo.

Uno stile di vita corretto può prevenire tre o quattro casi di tumore su dieci (sono tantissimi). Per stile di vita corretto si intende porre attenzione ad almeno questi cinque aspetti: una dieta sana, esercizio fisico, mantenere un peso adeguato, moderare il consumo di alcol, non fumare.

Il primo di questi è la dieta sana. Per dieta sana si intende una dieta ricca di frutta, verdura, farine integrali, olio d’oliva, pesce, carni magre. Qualcosa di molto simile alla dieta mediterranea.

Dobbiamo fare attenzione al significato preciso delle parole: prevenire una malattia non significa impedire l’insorgenza di questa malattia: significa ridurne la probabilità, ridurne l’incidenza. Ci sarà sempre qualcuno che si ammala nonostante si attenga a una dieta sana (o non fumi, non beva, non sia in sovrappeso, faccia esercizio fisico): sono gli altri sei o sette casi, quelli in cui la malattia arriva nonostante uno stile di vita corretto. Sono a volte quelli che fanno notizia, nel parlare comune: “com’è possibile, s’è ammalato di cancro il cugino che faceva sport e non fumava, e il nonno novantenne che fuma dai tempi della guerra è ancora sano e più arzillo di me: allora fumare non fa così male come dicono” (grave sciocchezza).

Esiste un singolo alimento capace di prevenire il cancro?

Questa è la domanda più difficile. A rigore dovrei rispondere di no: non esistono evidenze certe che un singolo alimento abbia tale capacità: le evidenze esistono solo per alcuni alimenti combinati in un certo tipo di dieta.

È poi del tutto ragionevole che gli elementi che compongono la dieta mediterranea possano avere dei fattori di per sé protettivi: le proprietà nutrizionali delle verdure crucifere (cavoli, broccoli, verze) sono solo un esempio.

E sempre a titolo di esempio, qui c’è un’interessante pubblicazione che avrebbe rilevato come il consumo di noci di origine vegetale (noci, nocciole, mandorle, anacardi, pecan) sembri ridurre il rischio di recidiva in alcune persone operate per carcinoma del colon.

Il concetto è questo, non esiste un singolo alimento che abbia capacità protettive di per sé, un alimento “magico” che consumato in grande quantità ci protegge dal cancro: esistono piuttosto alimenti che combinati assieme in un certo tipo di dieta, risultano essere protettivi.

Diffidate di chi propone un singolo alimento come capace di prevenire il cancro, spesso esagerandone le qualità a fini commerciali. Può essere che ci sia del razionale, ma nessun alimento è la panacea. E questo vale ancora di più per integratori, supplementi nutrizionali o vitaminici. L’idea più convincente, allo stato delle conoscenze attuali, è che gli elementi nutrizionali siano efficaci quando vengono assunti all’interno dell’alimento in cui normalmente si trovano. Non è altrettanto certa la loro efficacia quando sono assunti come preparati, anzi, potrebbero in alcuni casi essere dannosi.

Un certo tipo di dieta può curare il cancro?

Alla domanda da un milione di dollari lo stato attuale delle conoscenze scientifiche risponde decisamente di no.

Diffidate di chiunque vi proponga una dieta capace di curare il cancro.

Intendiamoci anche qui sulle parole. Sarà pure banale ribadirlo, ma per cura intendo, citando Treccani online, il complesso dei mezzi terapeutici e delle prescrizioni mediche che hanno il fine di guarire una malattia (il grassetto è mio). Ora, è indubbio che una persona ammalata che segue una dieta sana ha una serie innegabile di benefici (fra cui, molto genericamente, aiutare l’organismo a stare meglio e a reagire in maniera migliore alle terapie contro il tumore). Ma sostenere che una malattia è stata curata da una dieta, o, detta altrimenti, che un tipo di dieta è capace da sola di curare un tumore, non ha a oggi nessuna evidenza scientifica.

Esiste un singolo alimento capace di curare il cancro?

Vale quanto appena detto: allo stato attuale delle conoscenze scientifiche, no. Diffidate di chiunque vi proponga un singolo alimento capace di curare il cancro. È molto probabile che alle spalle ci sia un preciso fine commerciale.

**

Mangiare integrale e senza zucchero bianco, come nella frase in apertura del post, è dunque una scelta: una delle tante scelte lecite, possibili e, in questo caso, probabilmente anche salutare.

Può avere ancora più senso nel contesto di una dieta come quella mediterranea, utile per prevenire nuovi tumori o recidive di un tumore scoperto e curato in passato.

Non è una cura per il cancro. Sostenere che una scelta alimentare come questa, così come una qualsiasi scelta alimentare, sia in grado di per sé di curare un tumore è un’affermazione errata e pericolosa.

5 risposte a "Dieta e cancro: qualche punto fermo"

  1. Molto molto chiaro lo schema del post e il messaggio dell’usare correttamente le parole.
    Però adesso mi è venuto un dubbio, diciamo, al contrario. Ho capito cosa può prevenire e cosa può far parte di un’alimentazione sana. Ma si può dire allora che le farine bianche e lo zucchero bianco siano ‘dannosi’ per l’organismo tanto da alimentare la malattia o che il loro utilizzo continuo nella dieta può aiutare lo sviluppo di un cancro? Insomma, se i cereali integrali fanno bene, parlando di prevenzione, i cereali raffinati invece fanno male?

    "Mi piace"

    1. Guarda, sempre citando fonti autorevoli la risposta è che no, non sono dannosi di per sé. Piuttosto un eccesso di calorie da zuccheri aumenta il rischio di aumento di peso, obesità, diabete, che a loro volta aumentano il rischio di cancro e di altre malattie. Il danno è nell’eccesso.

      "Mi piace"

      1. Grazie grazie grazie 🙂 Si sono diffuse notizie allucinanti a riguardo. Leggevo la fonte che hai citato e in effetti molte notizie false hanno come cavallo di battaglia “le cellule si nutrono di zuccheri” quindi “le cellule tumorali beneficiano degli zuccheri per moltiplicarsi”. Pare esista un video in cui una cellula tumorale si sposta verso del glucosio o roba del genere.

        "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.